Egregi clienti, se avete l’intenzione di comprare i nostri prodotti per regalo di Natale, si consiglia ordinarli al più tardi entro il 16/12/2022 (con pagamento contro rimborso e consegna per mezzo del servizio corriere).

A quale scopo viene utilizzato il rifrattometro?

Rifrattometria – utilizzo del rifrattometro

Il rifrattometro (delle volte viene citato come misuratore dell’indice di rifrazione, refractometr, refraktometer oppure refractometer) è destinato a misurare le caratteristiche del liquido per mezzo della rifrazione della luce.

Foto: Rifrattometro

Anche se alla prima vista sembrano tutti i rifrattometri ottici uguali, si distinguono sulla parte ottica. In ogni tipo è incorporata la propria scala specifica, sulla quale potete direttamente detrarre la quantità misurata oppure dedurla dalla scala con le unità fisiche universali (indice di rifrazione RI, densità del liquido ecc.).

La misurazione è molto facile – sul prisma inclinato di vetro basta far cadere alcune gocce di liquido, chiudere il coperchio trasparente in modo che il liquido si spandi perbene sul prisma, puntate il prisma verso la luce e guardate sull’oculare. Vedrete una finestra circolare con la scala verticale intersecata dal limite dell’interfaccia di colore blu-bianco.

Schema: la detrazione del risultato della misurazione

La detrazione del risultato della misurazione del liquido refrigerante a base di Glicole etilenico G11/12 (la scala centrale sulla destra)
Risultato: il punto di solidificazione del liquido misurato è -26 °C (misurato con il rifrattometro per i liquidi d’esercizio per automobili).

Un ottimo esempio di rifrattometro con la detrazione diretta delle caratteristiche del liquido misurato è il rifrattometro per i liquidi d’esercizio per automobili, tra rifrattometri con le unità universali sulla scala appartiene il rifrattometro per l’indice di rifrazione oppure il rifrattometro per misurare le caratteristiche dell’urina, dove è necessario conoscere al minimo al livello generico come interpretare il valore misurato.

L’assortimento di base del nostro negozio elettronico www.rifrattometro.eu sono i rifrattometri ottici tascabili. Qui trovate l’offerta completa di rifrattometri ottici più richiesti, su richiesta del cliente siamo in grado di fornire un equivalente digitale - rifrattometro digitale tascabile.

Cosa è possibile misurare e dove?

E’ davvero possibile misurare quasi qualsiasi cosa, in qualsiasi posto e presso qualsiasi cosa. Per esempio il citato rifrattometro per le "auto" è in primo destinato alla misurazione del punto di solidificazione delle miscele sui lavacristalli, della condizione del elettrolita nelle batterie auto, punto di solidificazione delle miscele refrigeranti a base di Glicole etilenico e Glicole propilenico che nei suoi circuiti termici usano i sistemi di raffreddamento delle automobili, le pompe termiche, collettori solari ed altri sistemi esposti all’azione del gelo e comunque dove si usano le miscele e i liquidi antigelo.

Esempi pratici d’utilizzo dei rifrattometri

La qualità dei liquidi è importante per il mantenimento dei procedimenti tecnologici riferiti all’industria chimica, industria automobilistica, industria alimentare, sanità, industria metalmeccanica, allevamento, produzione agricola e simili.

Altro impiego

Le potenziali possibilità d’impiego sono naturalmente numerose. Per mezzo di rifrattometria è possibile specificare le pietre preziose, fare le prove di tutti liquidi sui quali sappiamo interpretare l’universale grandezza fisica – indice di rifrazione RI.

Se usate i rifrattometri ottici tascabili oppure rifrattometri digitali anche ad altri scopi, scriveteci sull’info. rifrattometro eu. Avremo piacere di sapere in quali sfere sono i rifrattometri penetrati.

Se sull’offerta manca qualche tipo di rifrattometro, scriveteci sull’info. rifrattometro eu.